Gaiole in Chianti medieval town Siena vineyard Chianti Classico Black Rooster
since 26.08.2020 11:22
N/A
[  INFOS CONTACS RESERVATIONS ]

  Suggestion 251307         visits 2381

  • Chianti Classico Gallo Nero Black Rooster Gaiole in Chianti medieval town Siena vineyard
  • Gaiole in Chianti medieval town Siena vineyard Chianti Classico Black Rooster Siena
  • vigneti Gaiole in Chianti medieval town Siena vineyard Chianti Classico Siena Sienna.jpg
  • Pieve di Santa Maria a Spaltenna Gaiole in Chianti vineyard Chianti Classico Siena
  • Borgo di Vertine village Gaiole in Chianti vineyard Chianti Classico Siena Sienna.jpg
  • Badia a Coltibuono castle castello Gaiole in Chianti vineyard Chianti Classico Siena
  • Castello di Brolio castle Gaiole in Chianti vineyard Chianti Classico Siena Sienna.jpg
  • Castello di Meleto castle Gaiole in Chianti vineyard Chianti Classico Siena Sienna.jpg
  • vigneti vineyards Castello di Brolio castle Gaiole in Chianti Chianti Classico Siena
  • Colline del Chianti vigneti vineyards Chianti Classico Siena Sienna.jpg
  • Salumi di cinta senese prosciutto ham salame senese aperitivo toscano.jpg
  • Pappardelle al sugo di lepre primo piatto Senese pasta Siena cucina toscana.jpg
  • Ribollita toscana primo piatto Senese zuppa Siena cucina toscana.jpg
  • Pici ragù cinta senese primo piatto Senese pasta Siena cucina toscana.jpg
  • Scottiglia senese primo piatto senese meat in Sienna Tuscany piatto tipico senese.jpg
  • Tagliata di cinta senese meat in Sienna Tuscany piatto tipico senese.jpg
  • Fagioli all’uccelletto uno dei capisaldi della cucina toscana e Senese.jpg

 Video

Gaiole offers everything one could hope for in a romantic Tuscany vacation.
If a Hollywood set designer was asked to create the Tuscany of our dreams, chances are good that they would erect a model of the medieval town of Gaiole in Chianti, the small vineyard dominated village nestled fifteen kilometers north of the provincial capital of Siena and only forty kilometers southeast of Florence.
In 1215, Gaiole became the central market town for the small villages of Radda, Castellina in Chianti and the nearby castles of Vertine and Barbischio.
Today: two fabulous medieval castle ripped right out of a fairy tale book , Castello di Brolio and Castello di Meleto, this tiny town is home to some of the best wines in all of Tuscany, if not Italy.

Gaiole in Chianti lies among the rolling hills of the famous Chianti region.
it might derive indeed from the medieval word "gariola" - meaning "jay" - or from the proper noun "Carius", referring to a rural barn once there.
The specification "Chianti" was added in 1911, referring to village's position into the homonym region.
Numerous archaeological findings (like the splendid necropolis datable between I and III century AD) testify that Gaiole in Chianti has Etruscan and Roman origins. 
Located at Florence's border with Siena, Gaiole in Chianti was fortified even further, becoming one of the most important Florentine ramparts.
Because of the strategic position, the hamlet of Gaiole in Chianti was not spared from several Senese incursions which devastate the territory again and again until 1555, when the Republic of Siena fell apart and the city was annexed to the Grand Ducky of Tuscany.

Surrounded by majestic medieval castles and atmospheric pievi (rural churches), this small town has few attractions but is sometimes visited en route to Castello di Brolio or Castello di Ama.

Hilltop Gaiole makes a great stepping-stone to explorations of local inns, wine estates and ancient abbeys.
From the fortified monastery of Badia di Coltibuono to Castello di Brolio. a former Florentine castle with its gaze firmly fixed on its ancient enemy, Siena.
The area abounds in wine estates and gourmet inns but there are enough challenging cycle trails to keep you fit en route.
As for culture, consider day trips to Siena, Florence or charming Castellina.
This is just a taster to the Chianti.
Top Chianti outposts: to Greve, Panzano, Castellina, Radda and Castelnuovo Beradenga.
Also visit: Castagnoli, Volpaia, San Gusme, San Donato in Poggio and Vagliagli.

The rarefied dwellings are what make Gaiole so special: fortified town centres, castles, churches, in a rural setting of extraordinary value, carved out by millennia of agriculture and care, a borderland between the eternal beauty of Siena and Florence.
Free from traffic, devoid of commuter towns and suburbs, peace guaranteed by a considerable distance, Gaiole in Chianti started to become, for some unexpectedly, a destination.
Because of its scenery, nature and history of course, but also because it began protecting its land some time ago, never selling out to urbanization.
Low on traffic but high on a network of cycle paths through villages, with views at every bend and roads for all fitness levels, pedalling is a must here, and a fine welcome is the norm thanks to the area’s superb food and wine, a balm for tired legs.

A giant Black Rooster guards the entrance to Gaiole’s small historic centre.
Which can mean only one thing: this is wine country.
The Chianti Classico winemaking consortium adopted the Black Rooster as their symbol, just as the military Chianti League had done more than 500 years earlier.
Gaiole is the main market town of south-eastern Chianti, and is 20 miles north-east of Siena. Grapes for some of Italy’s most prestigious red wines grow in the hills in almost every direction.
In Gaiole visit This
Gaiole’s main drag, Via Ricasoli is a pedestrian street lined with pleasant pavement cafes and wine bars.
It’s named after Baron Bettino Ricasoli, united Italy’s second prime minister in the 1860s and a pioneering winemaker who developed the modern recipe for blending Chianti wine at his nearby estate, Brolio (see below).
Enoteca Montagnani is one of Chianti’s best wine shops (and doubles as a wine bar).
They also offer guided tastings. Gaiole also has one of Chianti’s top butchers: Macelleria Chini on Via Roma has been in business since the 1600s.

La città di Gaiole in Chianti è un'altra tappa importante situata all'interno della regione del Chianti Classico, lungo il fiume Massellone e sulla strada che collega il Chianti al Valdarno.
L'intera zona chiantigiana ha già dimostrato di essere ricca di reperti antichi, a testimonianza che diverse furono le civiltà del passato che la scelsero come luogo dove stabilirsi e Gaiole non differisce in questo dalle altre località dell'area, dove persino i borghi più piccoli hanno nomi che testimoniano il passaggio di queste popolazioni.
Dal momento che Gaiole in Chianti è vissuta della crescita del mercato, è caratterizzata da una grande piazza a forma triangolare dove oggi vengono organizzati molti eventi culturali e legati alla tradizione vinicola, specialmente in estate.
La chiesa di San Sigismondo, sebbene presenti una facciata non finita e sia stata costruita con la tipica pietra che si ritrova in gran parte degli edifici antichi, è - in realtà - dei recenti anni 30.
Molte delle opere d'arte conservate all'interno sono ancor più recenti e si ispirano all'epoca medievale, ad eccezione del Paliotto con la Madonna del Rosario, un altare in marmo del 1699.
Vi sono così tanti bei posticini da esplorare nel territorio di Gaiole che potreste addirittura trascorrere l'intera vacanza visitandone i borghi, le pieve romaniche, i castelli, i vigneti e le abbazie.
La Città di Vetrine
Sebbene sia probabilmente più antica, la prima documentazione affidabile che parla della città di Vetrine risale al 1013.
Il castello serviva come residenza per la famiglia Ricasoli quando Siena riuscì a cacciarla da molti dei suoi possedimenti nel 1478, divenendo così una base importante per i fiorentini.
Castello di Brolio
Ciò che rimane di Brolio è oggi considerato parte di una delle più antiche fortezze a bastioni italiane ed, in effetti, lascia tuttora un'impressione di magnificenza in chi lo osserva (o immenso stupore!).
Castello di Meleto
Ad eccezione di un breve periodo durante il quale fu messo sotto assedio e conquistato dagli aragonesi, che si schierarono con Siena contro Firenze, il Castello di Meleto era un avamposto militare, prima di essere trasformato in una residenza di lusso con un bellissimo giardino.
Badia Coltibuono
Secondo un'antica leggenda, l'abbazia fu fondata da Geremia della famiglia dei Firidolfi nel 10° secolo (prima che cambiassero il loro nome in Ricasoli); la badia rimase nella proprietà della famiglia fino alla fine del 1400, quando Lorenzo il Magnifico riuscì ad espropriarlo dalla famiglia Ricasoli.
Castello di Spaltenna
Quella che un tempo era una chiesa, oggi è diventato un resort di lusso con fantastici alloggi.
Nonostante non sia un castello vero e proprio, questo monastero fortificato presenta un'attenta ed eccezionale ristrutturazione delle mura, da cui il nome di Castello di Spaltenna.

Gaiole in Chianti è un piccolo paese della provincia di Siena, situato sulla strada che dal Chianti porta verso Montevarchi e il Valdarno.
Siamo nel Chianti ed il territorio intorno a Gaiole propone i tipici paesaggi della zona fatti di dolci colline riccamente coltivate con vitigni ed oliveti che si alternano a boschi di querce.
Gaiole è un bel paesino che si è sviluppato intorno alla sua grande piazza centrale che oggi è spesso sede di iniziative culturali ed eventi relativi al vino, uno dei cavalli di battaglia del Chianti.
Gaiole è una valida meta turistica grazie alle sue tradizioni ed ai numerosi monumenti sparsi nel suo territorio.
Nei dintorni di Gaiole in Chianti troviamo alcuni castelli e luoghi di culto davvero molto interessanti:
Pieve di Spaltenna
Borgo di Vertine
Badia a Coltibuono
Castello di Brolio
Castello di Meleto
Pieve di San Polo in Rosso.

Borghi di Gaiole in Chianti
Interessanti nella zona sono i caratteristici borghi e agglomerati rurali di cui il comune di Gaiole è ricco.
Prima di Lecchi, sulla sinistra, troviamo San Sano, villaggio romanico; dopo vi è Ama, Montebuoni, Casanova D'Ama, Adine e Poggio San Polo con la splendida pieve fortificata di San Polo in Rosso.
Moltissimi sono i castelli di questa valle del Chianti.
Tra tutti, si ricorda il castello di Monteluco, nei pressi del torrente Massellone.
La prima memoria del castello è del 1176 quando Siena lo dovette cedere a Firenze, come punto nevralgico, fu sempre investito dalle offensive senesi.
Pievi e abbazie di Gaiole in Chianti
Gaiole in Chianti è una località ideale anche per i viaggiatori amanti dell'architettura religiosa.
Qui si trovano infatti molte pievi e abbazie che risalgano ai tempi antichi.
L'Eroica
Ogni anno, Gaiole in Chianti è resa ancora più bella del solito grazie a L'Eroica, una importante manifestazione ciclistica nata nel 1997 che si propone di valorizzare il patrimonio ambientale e di incentivare uno stile di vita sostenibile e un ciclismo pulito. L'Eroica è un evento irrinunciabile per gli appassionati delle due ruote e riunisce diverse migliaia di iscritti alla corsa!

Get insights tips What to see best hidden gems in tuscany region of italy.

Vacation in Gaiole in Chianti Ideas travel tips for your next holiday in Gaiole in Chianti Siena sights in Gaiole in Chianti Siena
Siti selezionati per Gaiole in Chianti Siena Cosa vedere a Gaiole in Chianti Siti turistici per Gaiole in Chianti informazioni turistiche

https://www.summerinitaly.com/guide/gaiole-in-chianti

https://www.comune.gaiole.si.it/

https://www.chianti.com/it/gaiole-in-chianti/intro-a-gaiole.html

https://www.lonelyplanet.com/italy/tuscany/gaiole-in-chianti

https://www.to-tuscany.com/travel-guide/towns-villages/central-tuscany/gaiole-in-chianti/

https://www.toscanaovunquebella.it/en/gaiole-in-chianti/in-the-best-of-places

https://www.tuscanynowandmore.com/discover-italy/favourite-towns-villages/gaiole-chianti-travel-guide

https://tuscandream.com/gaiole-chianti/

https://tuscanyplanet.com/gaiole-in-chianti-cosa-vedere/

https://www.visittuscany.com/it/idee/5-motivi-per-visitare-gaiole-in-chianti/


Condizioni Meteo a Gaiole in Chianti Siena - Weather Conditions Local Weather Forecasts in Gaiole in Chianti Siena

https://www.ilmeteo.it/meteo/Gaiole+in+Chianti



Where to stay in Gaiole in Chianti ? - Dove soggiornare a Gaiole in Chianti (Siena)? - ¿Dónde alojarse Gaiole in Chianti (Siena)?
Hotels Gaiole in Chianti (Siena) online booking reservations by Booking.com & Welcometuscany.it

https://www.booking.com/city/it/gaiole-in-chianti.it.html?aid=1774244


Luoghi del gusto a Gaiole in Chianti (Siena) ristoranti osterie trattorie e locali tipici a Gaiole in Chianti (Siena) dove mangiare a Gaiole in Chianti (Siena)
Places of taste in Gaiole in Chianti (Siena) restaurants in Gaiole in Chianti (Siena) where to eat in Gaiole in Chianti (Siena)

An integral part of any holiday vacation is simply enjoying the flavors, scents and the natural ingredients that make up part of its culinary traditions.
Exploring the authentic recipes, homemade pasta, wood oven pizzas and delicious wines is all part of the fun while vacation in Chianti at the heart of Tuscany.

This area is the birthplace of Chianti Classico.
Look out for the symbol of the Black Rooster (also known as the Black Cockerel) which denotes Chianti Classico.
The wine is made from Sangiovese grapes, or a Sangiovese blend, and aged for 14 months in French oak barrels followed by at least seven months in the bottle, or two years for a Riserva.
The local restaurants range from fine-dining to fuss-free inns and all specialise in versions of Tuscan cuisine.
The most memorable spots are in castles and wine estates in Gaiole territory outside town. Pasta can be made with organic local flour and includes such stalwarts as pappardelle di lepre (pasta ribbons in hare sauce) or the same pasta with wild boar (cinghiale).

http://www.ristorantichianti.it/gaiole.php

https://gastroranking.it/ristoranti/toscana/siena/gaiole-in-chianti/

https://www.thefork.it/ristoranti/gaiole-in-chianti-c182420

https://www.viamichelin.it/web/Ristoranti/Ristoranti-Gaiole_in_Chianti-53013-Siena-Italia

https://www.agriturismo.it/it/ristoranti-dove-mangiare/toscana/siena/gaiole_in_chianti

Top restaurants to eat in Chianti area of Tuscany region


https://www.chianti.com/food-and-wine/top-places-to-eat-in-chianti.html

Enogastronomia Gaiole in Chianti (Siena) Ricette regionali Gaiole in Chianti (Siena) cucina tradizionale Gaiole in Chianti (Siena) piatti tipici Gaiole in Chianti (Siena) prodotti tipici Gaiole in Chianti (Siena) cucina Gaiole in Chianti (Siena)
cuisine the recipes the typical dishes of Gaiole in Chianti (Siena) cuisine recipes of Gaiole in Chianti (Siena) traditional cuisine Gaiole in Chianti (Siena)

Terra di boschi e di colline, di vigne e di oliveti, Gaiole in Chianti è culla di produzioni artigianali ed enogastronomiche.
In particolare, nelle botteghe e nei negozi del centro, si possono trovare manufatti di ceramica, tessuti realizzati con antichi telai e oggetti in ferro.
Della cultura contadina e culinaria, rimangono i metodi di produzione del vino e dell'olio extravergine di oliva di qualità.
Non dobbiamo dimenticare, inoltre, che proprio nei dintorni di Gaiole, il Barone Bettino Ricasoli ha ideale il procedimento di vinificazione del Chianti Classico.
A Gaiole in Chianti, oltre alla produzione di vino e olio, vengono realizzati anche ottimi salumi.

Gastronomia nel Chianti è qualità, identità col territorio, mani capaci di lavorare i frutti della terra traendone sapori unici al mondo.
La cucina toscana in generale e quella del Chianti in particolare si basano su ingredienti semplici e genuini, piatti poveri che anticamente venivano preparati con i pochi mezzi a disposizione per sfamare la famiglia.
Col passare del tempo, attraverso l’ottima qualità degli ingredienti e un grande rispetto delle tradizioni, i piatti tipici toscani sono diventati simbolo di buona cucina e oggi sono conosciuti e apprezzati in tutto il Mondo.
Protagonista degli antipasti è il pane, che arrostito e arricchito di pomodoro, cipolla, basilico e cetriolo, dà vita alla famosa “Panzanella“.
Altra prelibatezza toscana è la “Fettunta“, con pane abbinato a olio d’oliva fresco, aglio, pepe e sale.
A proposito di crostini, non si possono dimenticare i crostini di butteri, crostini di beccaccia e crostoni di cavolo nero.
Per quanto riguarda primi e secondi piatti, il grande protagonista della tavola è l’olio di oliva: insaporisce i piatti con un profumo inconfondibile di campagna toscana e porta in tavola tutta la freschezza delle colline dove si produce.

Il pane toscano, umile e particolare com’è, fa coppia fissa anche con un altro ingrediente fondamentale della cucina del Chianti:
l’olio extravergine di oliva!
Una fetta di pane toscano abbrustolito sulla brace, ancora caldo, con un filo abbondante di olio che appena tocca il pane sprigiona tutti i suoi aromi e poi lascia in bocca quel leggero pizzicore finale...
Dalle nostre parti si chiama “fettunta” ed è semplicemente da provare!
Il pane “raffermo” è poi alla base di alcuni piatti tipici stagionali come la “pappa al pomodoro” (a base di pane raffermo, pomodori pelati, aglio, basilico e olio), la “ribollita” (piatto tipicamente contadino a base di pane, cavolo verza, cavolo nero, fagioli e altre verdure di stagione, il cui nome significa “bollita due volte”) e la “panzanella” (piatto a base di pane raffermo sbriciolato, cipolla rossa, pomodoro, cetriolo e basilico condito con olio, aceto e sale).

Le carni da queste parti sono buonissime.
Le zone limitrofe al Chianti sono famose per gli allevamenti all’aperto di manzi della razza “Chianina” (razza di bovini originariamente allevati esclusivamente in Valdichiana) e di suini di “Cinta senese” (razza suina che deve il suo nome al fatto di essere allevata sulle colline senesi e al mantello scuro con una banda bianca intorno al torace). Le macellerie del posto (ce n’è una famossissima proprio nella piazza principale di Greve in Chianti!) sono ben fornite di ogni tipo di salame, prosciutto o salsiccia, per tutti i gusti. E come se non bastasse tutta la zona è ricca di cinghiali e di selvaggina di vario tipo.
Il cinghiale è cucinato in molti modi e, se volete un consiglio, non ripartirei dal Chianti senza aver provato un bel piatto di “pappardelle” (un particolare formato di pasta, molto simile alle fettuccine) al sugo di cinghiale.

https://www.chianti.it/enogastronomia/

http://www.florenceholidays.com/vacanza-firenze-chianti-fiorentino-chianti-tavola.html

Prodotti tipici a Gaiole in Chianti

https://www.vinit.net/Toscana/Siena/Gaiole+In+Chianti

Typical food and wine of Chianti area of Tuscany region

Gastronomy means quality, identity with the territory, capable hands to work the fruits of the earth drawing unique flavors in the world.
Tuscan cuisine in general and that of Chianti in particular are based on simple and natural ingredients, simple dishes that were once prepared with the few resources available to feed the family.
Over time, through the excellent quality of the ingredients and a great respect for the traditions, typical Tuscan dishes have become a symbol of good food and today are known and appreciated throughout the world.
The protagonist of the starters is the bread, which roasted and enriched tomato, onion, basil and cucumber, gives life to the famous “Panzanella”.
Another Tuscan delicacy is the “Fettunta”, paired with fresh bread in olive oil, garlic, pepper and salt. About croutons, you can not forget the toast of pockmarks, woodcock and black cabbage toasted croutons.
As for the first and second plates, the big star of the table is olive oil: flavor to dishes with an unmistakable aroma of Tuscan countryside and brings to the table all the freshness of the hills where it produces.
The world’s most popular Tuscan dish is the “ribollita”, a soup made with bread, cabbage, beans, spinach, tomatoes and stale bread, pork rinds or ham bone, all mixed from olive oil and seasoned with pepper and salt.
Again this is a very poor but interesting dish, became over the years a symbol of this area.

https://www.chianti.it/en/food-and-wine/

Meat is excellent in this part of Tuscany.
The areas neighbouring with the Chianti region are renowned for their "Chianina" and "Cinta senese" farms (the Chianina is a cattle breed that was originally breeded only in Valdichiana, whereas the Cinta senese is a pig breed that owes its name to the fact of being breeded on the hills around Siena as well as to its dark coat with a white streak around the chest).
Local butchers (a famous one is in the main square of Greve in Chianti) sell any kind of salami, ham and sausages.
Moreover, the area is rich in wild boars and game. Wild boar can be cooked in several ways, but you should not leave the Chianti region without trying a dish of "pappardelle" (a kind of pasta similar to fettuccine) with wild boar ragu.
From "cantucci" to the traditional "pan con l`uva" (a Florentine cake made with black grapes), from the delicious "africani" (prepared with eggs and sugar) to "schiacciata alla fiorentina" (a Florentine carnival cake), those who have a sweet tooth are just spoilt for choice.
A last tip: do not forget to wash them down with some Vin Santo!

http://www.florenceholidays.com/florence-vacation-florentine-chianti-chianti-cuisine.html

Price: N/A
Suggestion 251307
Expire in
95 weeks, 1 days
welcometusca
Contacts Availability Reservations Booking Website

 Questions Answers - Login Required

No questions answers have been posted.

Other

< Previous  Next >