Montemerano village borgo maremmano Manciano Grosseto Maremma Toscana
since 24.08.2020 18:07
N/A
[  INFOS CONTACS RESERVATIONS ]

  Suggestion 251305         visits 2253

  • Arcidosso village of Grosseto Tuscany.jpg
  • borgo di Montemerano village borgo maremmano Manciano Grosseto Maremma Toscana.jpg
  • Borgo Montemerano village borgo maremmano Manciano Grosseto Maremma Toscana.JPG
  • Montemerano castle square village borgo maremmano Manciano Grosseto Maremma Toscana.jpg
  • castle square village Montemerano borgo maremmano Manciano Grosseto Maremma Toscana.jpg
  • Tortelli Maremmani primi piatti tipici maremmani maremma cucina Maremmana tuscany
  • Acquacotta maremmana Piatti tipici maremmani Maremma Cucina Maremmana.jpg
  • Cinghiale alla cacciatora secondi piatti tipici maremmani maremma cucina Maremmana tuscany

 Video

Only 6 km from Manciano you’ll find Montemerano, a 12th-century town in the heart of the Maremma. This hilltop town was built by the powerful Aldobrandeschi family and is completely enclosed by fortified walls.
Three city gates serve as entranceways to the town’s maze of narrow streets.
Inside, head to the 14th-century Church of San Giorgio, the town’s main parish church, and the 12th-century Parish Church of San Lorenzo, the oldest building in Montemerano.

Built on a hill by the powerful family Aldobrandeschi, Montemerano is a place where we can still breathe the air as if we lived in the Middle Ages.
It belongs to the municipality of Manciano and today is one of the most beautiful hamlets in Italy (the official ranking called “Borghi più belli d’Italia”).
Montemerano is a 12th century town in the heart of Maremma, at 55 kilometers from Grosseto.
You'll probably enjoy staying a couple of days in the the surrounding areas of Montemerano to visit also Manciano, without forgetting to stop at Saturnia hot springs.

Manciano boasts a territory that extends for much of the Maremma.
The town, nestled on a hill, watches over the immense countryside dotted here and there with quaint medieval towns, nature trails for every kind of outing, spaces to relax and interesting museums.
In Manciano, the wind blows from every direction, just as the town boasts views in every direction, from the Amiata to the Argentario to the islands in the Tuscan Archipelago.
At the centre of the village is the Cassero, an imposing 12th-century fortress that has been the town all since the era of the Grand Duchy.
Today, its rooms are home to a museum, with a collection of history and art, and its tower, even if it’s been rebuilt, vaunts an incredible view.
It’s known that the origins of Manciano and the settlements surrounding it are definitely ancient.
There are many archeological sites that attest to the history of this area, and a lot of artefacts are still being discovered today, which have been moved to interesting museums.
One of these is the Museum of Prehistory and Protohistory.
Here, what’s ancient becomes contemporary, thanks to the use of interactive tools, like 3D reconstructions and augmented reality, bringing visitors on a journey millions of years back in time.

Montemerano was established in the 1200s by the Aldobrandeschi family, with the castle and accompanying village to serve it.
It came under the Duchy of Orvieto then passed to the Republic of Siena, without losing its original character.
The town is still enclosed in its encircling walls with its three gates of entry intact.
Walk the streets and soak in the atmosphere of the old world in the stone buildings, narrow lanes, stairs, and courtyards.
Walls with climbing vines, windows and doorways decked out with flower boxes, archways and friendly smiles greet visitors as they meander the old town center.
The picturesque Piazza del Duomo is at the center of village life.
The church of San Giorgio is dedicated to Montemerano's patron saint and has some nice artwork, including the unusual Madonna della Gattaiola (Madonna of the Cats), so-named for the early, crude version of a cat-flap door cut into the bottom of the fresco by a priest, to allow entry of felines into the church! The former church Pieve di San Lorenzo was built in 1188, and while deconsecrated, serves as a cultural center.

Like most medieval villages at the time, Montemaremo developed around a central castle on Montemerano hill, built by the Aldobrandeschi family in the 1200s.
At the end of the 13th century, the Baschi family captured the town, and it became part of Ovietan domain at the beginning of the 1300s.
After the decline of the Orvietan power in the 15th century, the Sienese gained control of Montemerano and turned it into an important fortress. With the final fall of the Sienese Republic in the second half of the 1500s, the village became part of the Grand Duchy of Tuscany and its incredible history.




Montemerano è un borgo tipicamente medievale, uno dei più belli e rappresentativi della Maremma e di tutta la Toscana.
Situato nel comune di Manciano in provincia di Grosseto, Montemerano è stato eletto tra i borghi più belli d’Italia e quando lo visiterete capirete perché. Il borgo ha ben conservato all’interno delle mura quella trama di vicoli e piazze capace di regalare innumerevoli scorci pittoreschi.
Montemerano sorge con la sua caratteristica pianta a cuore su una collina immersa nel verde di olivi e cipressi.
Secondo la tradizione l’origine del nome di Montemerano verrebbe da Mons Marianus e quindi dal Console Mario, sconfitto da Silla durante la guerra civile romana del 88-82 avanti Cristo.
I documenti iniziano a parlarci di Montemerano nel IX secolo, nel 896 per la precisione, quando l’Imperatore Arnolfo concede il Castello di Montemerano all’Abbazia di San Salvatore. Un secolo più tardi, intorno al 1000, il borgo entra a far parte dei possedimenti della famiglia Aldobrandeschi; nel Duecento Montemerano diventa un feudo della famiglia dei Baschi di Orvieto che, nel 1382, cede il paese al Comune di Siena. Nel 1556 Montemerano entra a far parte dei possedimenti medicei ed in particolare del vicariato di Sovana e nel 1783 perde ogni autonomia amministrativa.
Nei secoli il borgo viene dotato di ben tre cerchie di mura: la più antica racchiudeva solo il castello, ovvero la parte più alta del paese; la seconda, iniziata dai Senesi nel 1407, protegge anche il quartiere sorto intorno alla rocca degli Aldobrandeschi; l’ultimo intervento completò l’assetto difensivo includendo anche la chiesa di San Giorgio.

Il grazioso borgo di Montemerano è situato su una collina tra Saturnia a Manciano, circondato dalla campagna maremmana, e protetto da ben tre cinte murarie, ha mantenuto intatto l'aspetto medievale con la splendida chiesa, la rocca, le stradine pavimentate e la caratteristica piazzetta del castello circondata dagli edifici in pietra.
Vi suggeriamo una tranquilla passeggiata tra vicoli, piazzette e scorci pittoreschi su cui si affacciano piccoli balconi traboccanti di fiori.
Iniziamo la visita di Montemerano attraversando la porta di piazza Canzanelli, percorriamo Via Italia e giriamo a destra salendo su Via del Castello, attraversiamo il suggestivo arco ed entriamo nella graziosa Piazza del Castello.
Rimasta immutata dal medioevo questa piazza emana un fascino unico.
Siamo nel nucleo di Montemerano, ed anche nella sua parte più antica. Seguiamo poi il Vicolo della Libertà superiamo il campanile ed attraversiamo una porta ad arco, subito a destra troviamo il teatro che era anticamente la Pieve di San Lorenzo; una targa ricorda l’antico monastero della Pieve e recita una frase che bene interpreta l’atmosfera di questo borgo: ”qui il tempo si è fermato e si ascolta il silenzio”.
Scendiamo poi per Via della Chiesa, attraversiamo un’altra porta ad arco e ci troveremo nella parte settentrionale di Montemerano, in Piazza della Chiesa, su cui si affaccia la chiesa di San Giorgio.

Montemerano è un incantevole borgo nelle colline della Maremma Toscana e recentemente è stato inserito tra i “Borghi più Belli d’Italia”.
Il paese di Montemerano nacque in epoca medievale, come possedimento della famiglia Aldobrandeschi ed è ancora oggi una delle attrazioni più belle della Toscana.
Tra le vie del centro storico si respira ancora l’atmosfera medievale di un tempo, stretti vicoli ed antichi palazzi fanno da cornice ad un borgo di grande bellezza e ad un panorama che spazia dalle campagne alle colline maremmane ricche di vigneti ed uliveti.
Piazza del Castello è probabilmente l’angolo più caratteristico e conosciuto di Montemerano, una piazza circondata da palazzi storici dove il tempo sembra essersi fermato.
Molto belli e sicuramente meritevoli di una visita anche la Chiesa di San Giorgio, dedicata al santo patrono del paese, nota per gli affreschi e le sue opere d’arte e la cinta muraria medioevale.
Da alcuni anni, il paese di Montemerano ospita, nel palazzo storico un tempo sede dell’asilo, una stupenda Biblioteca di Storia dell’Arte, dove è possibile consultare quasi diecimila volumi tematici.



Get insights and insider tips What to see best hidden gems in Tuscany italy.
Vacation in Montemerano (Maremma Grosseto) Ideas travel tips for your next holiday in Montemerano (Maremma Grosseto)  sights in Montemerano (Maremma Grosseto)
Siti selezionati per scoprire Montemerano (Maremma Grosseto)  Cosa vedere a Montemerano (Maremma Grosseto)  Siti turistici per Montemerano (Maremma Grosseto) informazioni turistiche

https://www.castellitoscani.com/en/montemerano-castle/

https://www.summerinitaly.com/guide/montemerano

http://www.montemerano.info/

https://tuscanyplanet.com/montemerano-cosa-vedere/

https://www.tuttomaremma.com/montemerano.htm

Borgo di Manciano Village
https://www.visittuscany.com/en/destinations/manciano/


Condizioni Meteo a Montemerano (Grosseto) - Weather Conditions Local Weather Forecasts in Montemerano (Grosseto)

https://www.ilmeteo.it/meteo/Montemarano

https://www.3bmeteo.com/meteo/montemarano


Where to stay in Montemerano (Grosseto) ? - Dove soggiornare a Montemerano (Grosseto)? - ¿Dónde alojarse Montemerano (Grosseto)?
Hotels Montemerano (Grosseto) online booking reservations by Booking.com & Welcometuscany.it
https://www.booking.com/city/it/montemerano.it.html?aid=1774244


Luoghi del gusto a Montemerano (Grosseto) ristoranti osterie trattorie e locali tipici a Montemerano (Grosseto) dove mangiare a Montemerano (Grosseto)
Places of taste in Montemerano (Grosseto) restaurants in Montemerano (Grosseto) where to eat in Montemerano (Grosseto)

Il borgo di Montemerano non è solamente storia ed arte, ma anche un vero paradiso per gli amanti della buona cucina e dei sapori autentici e genuini.
Tra i suoi stretti vicoli si trovano infatti ristoranti e locande che propongono ottima cucina, sempre accompagnata da straordinari vini locali.
Non perdete l’occasione di assaporare la cucina maremmana in uno dei ristorantini locali, concedetevi una pausa di relax dopo una passeggiata tra le vie del centro storico o dopo un bagno alle Cascate del Mulino, che distano solamente 5 minuti.

http://www.montemerano.info/ristoranti/

https://www.viamichelin.it/web/Ristoranti/Ristoranti-Montemerano-58014-Grosseto-Italia

Enogastronomia Montemerano Grosseto Maremma Toscana Ricette regionali Montemerano Grosseto Maremma Toscana cucina tradizionale Montemerano Grosseto Maremma Toscana piatti tipici maremmani prodotti tipici maremmani cucina maremmana
cuisine the recipes the typical dishes of Montemerano Grosseto Maremma Toscana cuisine recipes of Montemerano Grosseto Maremma Toscana traditional cuisine Montemerano Grosseto Maremma Toscana typical gastronomic specialty in Montemerano Grosseto Maremma Toscana typical food in Montemerano Grosseto Maremma Toscana

La cucina Maremmana è fortemente caratterizzata dalle sue origini semplici e frugali.
Il rapporto diretto e costante con la terra ed il mare ha dato vita ad una tavola semplice ma allo stesso tempo saporita e genuina.
Tra i piatti tipici e tradizionali occupano un posto di primissimo piano le zuppe di verdure, le zuppe di pesce e le pietanze a base di cacciagione ed in particolare di cinghiale.
Tra i prodotti tipici della Maremma, spiccano i vini, l'olio, i formaggi, salumi, castagne, funghi e tartufi.
Potrete degustarli sia nelle aziende produttrici, che nei tanti ristoranti tipici oppure, in modo più pittoresco, nelle numerose sagre che vengono organizzate nei borghi maremmani in tutti i periodi dell'anno.

https://www.turismo.it/italia/scheda/grosseto/cucina/

http://www.movingitalia.it/santafiora/prodotti-tipici-locali.html

Piatti tipici a Grosseto Maremma
La cucina della Maremma è semplice ma dai sapori molto saporiti e genuini basati prevalentemente su tradizioni contadine.
Tra i piatti di pasta, uno dei più popolari sono i tortelli maremmani ripieni di ricotta e spinaci conditi con pomodoro o tartufo; un altro piatto famoso è la bottarga di Orbetello, con uova di muggine o tonno che vengono essiccati e poi grattugiati sulla pasta o sulle bruschette.
Ci sono molte zuppe tra cui la più famosa è la zuppa di ricotta, cucinata con spinaci e ricotta.
Tre sono i tipi di carne più cucinati in Maremma: il cinghiale, l'agnello e, naturalmente, le carni bovine.
Il pesce, sia esso di mare o di laguna, è ripresentato in numerose ricette, alla griglia, al forno o in minestre. Un piatto tipico è lo Scavecio, composto dal cosiddetto pesce povero, perché pieno di spine e non molto vendibile.
Il pesce viene marinato per ammorbidirlo e renderlo più appetitoso.
Vi è anche il delizioso baccalà alla Maremmana, i dolci della Maremma sono i tipici "poveri dolci" a base semplice, sempre a disposizione gli ingredienti, come frutta secca, miele e uova.

https://www.turismo.it/italia/scheda/grosseto/cucina/

I formaggi, i salumi, le coltivazioni, i vini toscani prodotti in queste terre, concorrono a creare un panorama culinario che sa farsi apprezzare anche fuori regione.
I prodotti tipici maremmani sono un mercato in continua crescita, per la loro genuinità e per la qualità con la quale si distinguono pur nell’esteso panorama enogastronomico nazionale.

Antipasti maremmani
Se vi state chiedendo cosa mangiare in Maremma sappiate che c’è davvero l’imbarazzo della scelta, anche tra i piatti tipici di Grosseto e della provincia, a cominciare dagli antipasti.
Gli antipasti maremmani si rifanno soprattutto alla tradizione contadina e alla produzione di salumi e formaggi locali davvero deliziosi.

Si comincia con i taglieri di formaggi caprini, ovini e di mucca, che non possono mancare sulle tavole toscane.
Tra questi il formaggio di Fossa, il pecorino toscano Dop, lo stracchino e la ricotta.
Lo stracchino è un ingrediente fondamentale dei crostini con salsiccia cotti al forno, veloci da preparare e molto gustosi.
Lo stracchino rende la carne di maiale spalmabile, tanto da creare qualcosa di molto veloce, ideale anche per un secondo.

Negli antipasti tipici maremmani non mancherà mai la bottarga di Orbetello, ottenuta dalla lavorazione ed essiccazione delle uova di cefalo.
Si usa condirla con olio extravergine di oliva, limone e pepe, in modo semplice ma molto gratificante per il palato.

Un antipasto molto apprezzato soprattutto d’estate è la panzanella maremmana, preparata con pane raffermo, olio, sale, pomodori, basilico.
Una preparazione semplice, da molti usata anche come piatto unico e leggero.
Il polpo ubriaco è un altro antipasto molto apprezzato, specie nei pranzi e nelle cene a base di pesce.
Si cuoce nel vino rosso, aromatizzandolo con aglio, peperoncino, alloro, per poi essere adagiato su crostini di pane caldo, strofinati con lo stesso aglio.

I primi piatti maremmani si contraddistinguono per essere quasi tutti a base di pasta all’uovo fatta in casa.
Pappardelle, tagliatelle, tortelli, maltagliati, ravioli, sono i nomi che più frequentemente si sentono quando si parla di pietanze tipiche toscane.

Si comincia con i tortelli maremmani, che hanno un ripieno di spinaci e ricotta di pecora, che arriva direttamente dai caseifici locali.
Il condimento è, come spesso accade, a base di carne macinata di maiale oppure di vitello.
Per i palati più esigenti non manca il sugo al cinghiale, una delle preparazioni più apprezzate della Maremma toscana.

Un piatto curioso è quello dei Ciaffagnoni o Crèpes di Manciano, che vengono condite con sugo o, in alternativa, con il condimento in bianco, fatto di pecorino e lardo.
Molto ricercato è anche un primo piatto come gli gnocchi di pane al cinghiale.
I primi piatti maremmani includono anche le famose pappardelle alla lepre, con un sugo leggero, ma molto accattivante.

I secondi piatti maremmani sono sia a base di carne che di pesce e, tra questi, molti prevedono la carne di cinghiale.
Il Cinghiale alla cacciatora, quello alla maremmana e quello stufato sono alcuni esempi.

Molto gustoso è il buglione di agnello (riconducibile, in parte, all’agnello in umido), con la carne bianca cotta in un tegame e sfumata con vino bianco.

Un secondo piatto a base di carne, ma lasciato in bianco, è il capriolo alla palma, che viene fatto marinare per una notte intera negli odori, quindi sfumato con aceto bianco e lasciato cuocere con l’aggiunta di olive nere.

Per quanto riguarda i secondi piatti maremmani a base di pesce non si può non menzionare lo scaveccio, un piatto con anguille impanate e fritte, estremamente deliziose.

L’anguilla è l’ingrediente base anche per alcuni dei secondi piatti maremmani più apprezzati della tradizione.
Si tratta dell’anguilla dorata e dell’anguilla sfumata.

Il baccalà alla maremmana è un altro piatto della tradizione che si è diffuso anche in altre regioni e che tiene banco nei giorni di festa, come portata ricercata.

https://www.castigliondellapescaia.com/enogastronomia/piatti-tipici/
Price: N/A
Suggestion 251305
Expire in
94 weeks, 6 days
welcometusca
Contacts Availability Reservations Booking Website

 Questions Answers - Login Required

No questions answers have been posted.

Other

< Previous  Next >